pagina 1 - pagina 2- pagina 3 - pagina 4 - pagina 5

 

 

Alla fine della discussione, tutti i bambini erano d'accordo sulla necessità di trovare prove a sostegno delle ipotesi.

Siamo passati alla fase degli esperimenti. Ci siamo messi d'accordo su quali operazioni compiere e che strumenti usare, poi siamo entrati in azione...

Abbiamo esplorato molti semi: semi regalati dalle nonne che amano i fiori, semi usati dalle mamme per preparare zuppe e insalate, semi trovati nei frutti che abbiamo assaggiato a scuola.

Grazie alla zia di Marika, abbiamo scoperto l'esistenza del kiwano: è uno spettacolo, fuori e dentro!

Scusa, è più forte di me... Devo fare una pausa e racsplorare è complesso e richiede un tempo lunghissimo.

Documentare poi... La "paginetta" della raccolta dati è frutto di un lavoro durato molte settimane... Mi sono sempre detta: "Con calma... Rispetta i tempi dei bambini, rispetta il loro modo di meravigliarsi di fronte alle cose".

Lascia che ti racconti di Marianna... Un giorno ho portato a scuola quattro grosse mele rosse, quelle del Trentino...Erano profumate, croccanti e dolcissime (e avevano dei bellissimi semi). Ho detto ai bambini che erano le mele di Biancaneve. Mi hanno risposto che non era vero. E io: "Volevo dire che la strega ha usato mele di questa qualità. State tranquilli, però: queste mele non sono avvelenate! Hanno riso quasi tutti e hanno voluto assaggiarle. Marianna ha guardato i compagni con aria perplessa e ha detto: "lo non ci casco".

Basta divagare! Ora ricomincio a raccontare seriamente...

Allora... Ti dicevo che i bambini hanno esplorato tanti semi (esplorare = smontare - individuare parti - ricomporre - confrontare spessore, ruvidità, rigidità, spazio occupato - osservare ad occhio nudo e con una lente d'ingrandimento - fare la fila al microscopio - odorare - sporcarsi - giocherellare - a volte perdere il filo). E scoprono da soli, lascia qui e lascia là, vedrai poi a quali conclusioni arriveranno..."

 

pagina precedente - pagina seguente