Per informazioni e iscrizioni al laboratorio:

Nino Martino cell 3402378345
e-mail: ninomart@tin.it
skype: ninomartino2


Luisanna Ardu cell.3405717732
luisannardu@gmail.com


Stefania Utimperghe Cell. 3495581627
distefania@yahoo.it

Inoltre Nino Martino, Luisanna Ardu, e Stefania Ultimperghe sono presenti in Facebook

La ricerca si attua nelle classi seconde della Scuola Primaria "Randaccio" di via Venezia, Cagliari.

Associato a questo vogliamo attuare un corso di formazione rivolto anche ai giovani insegnanti della Facoltà di Scienze della Formazione Primaria dell'Università di Cagliari.

Il corso si tiene ogni quindici giorni presso la scuola Randaccio e vengono riportate e rivissute, con il metodo naturale applicato al collettivo degli insegnanti, le esperienze fatte in classe con i bambini.

Vogliamo costruire un percorso in cui non c'è separazione tra l'aspetto linguistico, letterario e poetico e la ricerca scientifica. Gli argomenti vanno dalle bolle di sapone alla luce, al calore, all'osservazione botanica e zoologica. Si impara a descrivere quello che si fa, a scrivere poesie, a fare fotografie, a fare disegni.

Sia il lavoro con i bambini che il corso di aggiornamento durano tutto l'anno scolastico. Ai partecipanti al corso di aggiornamento verrà rilasciato attestato di partecipazione al laboratorio.

Tutto il materiale prodotto viene riversato sul sito del MCE nella pagina scientifica e sarà oggetto di riflessione nel gruppo di ricerca.

Il progetto parte da un corposo lavoro fatto alla fine dell'anno scolastico 2009-2010. Trovate il resoconto minuzioso, sia alle primarie che collateralmente, con altro livello, alle superiori in: bolle di sapone.

Evidentemente il progetto non si ferma alle bolle di sapone, ma può spaziare su qualunque cosa, dalla luce al suono, all'osservazione di un pezzettino di giardino, ai castelli di sabbia (oh, Giusy, dove sei in quel di Sassari?...).

I materiali prodotti, in ciascuna situazione, e nel corso per insegnanti (i materiali saranno probabilmente diversi) verranno pubblicati immediatamente su queste pagine, così come sono, senza troppe rifiniture.

Vogliamo dare il senso del metodo naturale e dei suoi successi, non vogliamo scrivere un saggio che nessuno leggerà mai.