L'insegnamento della matematica a ogni livello ha sempre presentatio scogli sia per i bambini o gli studenti, sia per i docenti, che si trovano spesso di fronte a occhi di pesce bollito per cose che, apparentmente, per loro, sono ovvie e scontate. Perché i bambini, gli studenti non imparano cose così elementari?

Qua vogliamo riportare materiali, documenti, esperienze in classe, successi e sconforti del gruppo di matematica del MCE Sardegna e magari anche qualche altro contributo o esperienza come quella di Mario Miani ideatore e costruttore del geotangram. Il gruppo è trasversale, comprende cioè docenti della primaria e della secondaria. Il problema è comune. (N.d.R.)

****************

Il "Gruppo di ricerca-azione cooperativa di didattica della matematica" di Cagliari, composto da insegnanti di tutti i gradi di scuola, Primaria e Secondaria, prosegue per il secondo anno consecutivo i propri incontri quindicinali del giovedì (ore 17.30-19.00) presso la Scuola Media "Manno" sita in Via Collegio (quartiere della Marina) a Cagliari. Il gruppo è aperto alla partecipazione dei docenti interessati a riflettere insieme e a verificare a scuola spunti di eventuali proposte oltre a portare libere problematiche ed esporre proprie esperienze.

Lo scorso anno il tema del confronto ha riguardato "Quale idea di "frazione" hanno i bambini/ragazzi e come quest'idea si concretizza nel fare".

Quest'anno il tema di riflessione didattica da affrontare e sviluppare è centrato su "La tabellina pitagorica, rete complessa di numeri. Come arrivarci? Quali potenzialità e sviluppi possibili lungo l'intero arco dei cicli scolastici?"

nota introduttiva di Rinaldo Rizzi

*****************

Prossimo incontro giovedì 24 febbraio (ore 17.30-19.00) presso la Scuola Media "Manno".

Per informazioni e comunicazioni:

Coordinatore è Cristoforo Bozano - cell. 3486509269
oppure per eventuali problemi di comunicazione utilizzare:
cristoforobozano@gmail.com

cliccare sull'immagine per ingrandirla!

resoconto della riunione del 10 febbraio 2011

Partecipanti in ordine alfabetico: Margherita Falqui (primaria), Marcella Pais (secondaria secondo grado I ciclo), Anna Paola Piroddi (secondaria primo grado), Paola Torriggia (secondaria primo grado), Stefania Utimperghe (primaria), Cristoforo Bozano (secondaria secondo grado II ciclo), Sandro Remondini (secondaria secondo grado II ciclo), Rinaldo Rizzi (primaria).
 
La discussione è stata vivace e piuttosto produttiva. Dopo una breve
introduzione in cui si è riassunto il lavoro delle precedenti riunioni e la
scelta dell'argomento della tavola pitagorica come elemento paradigmatico
dell'apprendere incorporando (l'"embodiment" di George Lakoff e Rafael Núñez. Where Mathematics Comes From: How the Embodied Mind Brings Mathematics into Being. Trad. it. Da dove viene la matematica. Come la mente embodied dà origine alla matematica. Bollati Boringhieri) e del possedere uno strumento operativo efficace.

Si è convenuto, una volta avviato il lavoro su queso argomento, di
riprendere e concludere in un opuscolo il lavoro sulle frazioni dello scorso
anno. È stat esaminata la possibilità di puntare sulle prove Invalsi e sul
fermento che esse determinano nella categoria, ma si è giustamente osservato che è meglio, nell'ottica di una formazione più complessiva dei giovani, di inglobare collateralmente le prove OCSE-PISA.

Si è quindi esaminato e appassionatamente discusso nei dettagli il materiale in rete proposto da Rinaldo, in particolare il materiale all'indirizzo
http://www.rivistadidattica.com/unita_apprendimento/scuolaprimaria33.htm
e il materiale MCE da lui realizzato nei lunghi anni di attività (anche questo
attentamente esaminato e discusso da tutti con l'ottica di adoperare i mezzi e i suggerimenti) e ci ha raccontato con molta semplicità e sincerità dei problemi, degli imbarazzi di inizio insegnamento, credo stimolando tutti a camminare e lavorare, a confidare di riuscire a scoprire un proprio metodo appoggiandosi anche sull'esperienza di altri.

La riunione è stata molto positiva e piena di speranza di poter concludere
questo anno con un opuscolo di proposte interessante che possa essere utilizzato proficuamente nell'attività di insegnamento-apprendimento.

Ci siamo dati appuntamento per giovedì 24.02.2011 alle ore 17.30 sempre alla scuola Manno, dopo avere esaminato quali altri giorni e altre Scuole avrebbero potuto rendere più agevole la partecipazione di tutti i docenti interessati.

Cristoforo Bozano